18  maggio, Hotel Garden Lido – Loano

ore 21 – ingresso libero

Biografie, libri, film, saggi, articoli: chi non ha parlato di Mozart?

Pochi sanno, però, che Wolfgang Amadeus stesso ci parla ancora, oggi e in prima persona, attraverso le tantissime lettere scritte al padre, alla madre, alla cugina e ad alcuni amici.

L’ultima serata proposta da CaraBeltà sarà proprio un percorso attraverso le parole di Mozart stesso: un alternarsi di musica e lettura per conoscere in modo sorprendentemente nuovo l’ umanità e il geniale, personalissimo talento del Maestro, e per imbattersi in modo diretto nella sua anima immensa ma a volte quasi infantile, fragile e imprevedibile, capace di osservare la vita con sguardo serio e al tempo stesso limpido, puro, fiducioso.

Ed è una vera scoperta il gusto travolgente di giocare con il linguaggio, di innovarlo sperimentando, così come fece con la musica del suo tempo; così come fece con la sua breve vita, giocando tutta la propria capacità creativa e il proprio desiderio umano di conoscenza e di felicità nello spazio di pochi, intensissimi decenni.

I professionisti che daranno ancora una volta vita alla musica straordinaria di Wolfgang Amadeus Mozart e, più insolitamente, voce alle sue parole, sono:

al violino Carlo Lazzaroni

al pianoforte Angela Lazzaroni

letture a cura di Matteo Bonanni