Perché un’Associazione ? Perché mettere insieme Don Giussani e Varigotti? Perché Cara Beltà?

In una lettera a Don Angelo Majo del 24 settembre 1946, scritta proprio da Varigotti Don Giussani

diceva: “…..Perché sei proprio come questo mare: immenso ed arcano, che sempre lo senti dire un

suo misterioso pensiero profondo, che capisci, ma non sai ridirtelo a te stesso con parole

comprensibili e determinate; questo mare che ora è calmo ed a stento l’odi appena ansare sulla riva

e sembra che sogni, e dopo poche ore è tutto tribulato ed ansimante ed appassionato, e non sai il

perché – … ma calmo od agitato, silenzioso od irato, il mare ha ogni giorno ed ogni istante un

minimo comun denominatore, un significato base unico ed inesorabile, che è la sua grandezza: il

senso travolgente di una immane aspirazione all’infinito, al mistero infinito. …”Che il volto

dell’amico più caro possa essere paragonato al mare è una cosa commovente, che tutti noi

comprendiamo, perché l’amicizia è davvero paragonabile al mare infinito. Come del resto, l’amore

ad una donna. Tutte le esperienze più grandi della vita sono paragonabili a qualcosa di

inesorabilmente più grande, infinito. E guardando il mare, ci si accorge che esso è proprio il

paradigma dell’infinito. Dante per descrivere l’infinito parlava de “lo gran mare dell’Essere”.

Guardando il mare si capisce qualcosa di più dell’Essere.

Don Giussani per educare i suoi studenti, già dagli anni ’50, li portava a Varigotti, davanti al mare,

o sulla torre di Punta Crena, e così li educava al gusto della Bellezza, di qualcosa di infinito, dentro

ciò che appare ai nostri occhi come finito e limitato.

Abbiamo pensato a costituire un’associazione perché sentivamo urgente il desiderio di approfondire

questa educazione alla vera Bellezza che Don Giussani ha incominciato con ciascuno di noi,

un’educazione alla Bellezza che a Varigotti ha avuto per molti di noi il suo punto più espressivo.

E l’abbiamo chiamata “Cara beltà”, cara bellezza, perché questo è l’inizio di una famosa poesia di

Giacomo Leopardi che Don Giussani amava ripetere durante le sue lezioni a scuola.

Abbiamo creato questa Associazione perché vorremmo poterci immedesimare con quello sguardo,

lo sguardo di Don Giussani, che guardando l’amico più caro lo paragonava al mare, al mare infinito.

Perché guardando il mare, o un amico o il volto della donna amata, si possa capire qualcosa di più

dell’Essere.

 

Centro Culturale Cara Beltà strada degli Arenzi 6 17024 Finale Ligure frazione Varigotti

Piva 01461400093